Nove persone su dieci amano il cioccolato. La decima mente.

venerdì 18 marzo 2011

Polenta Maridà

Siamo quasi primavera e io vi quindi vi propongo un piatto assolutamente... invernale!
Si chiama "polenta maridà", ovvero "polenta sposata", ma la polenta non
centra nulla! (Mamma, che post sta uscendo...). Il nome polenta deriva dalla cottura del riso con la farina che lo rende una pappa della consistenza della polenta per l'appunto.
E' un piatto tipico di alcune zone del veronese (tra la città propriamente detta e il comune di Villafranca), la cui ricetta viene tramandata in famiglia e spesso presenta piccole differenze tra una versione e l'altra. Per tutti però resta il piatto ghiotto della festa!

Ingredienti per 2 persone

700 gr di acqua bollente salata
3 cucchiai di farina
1 e 1/2 di salamelle veronesi (potete usare anche delle salsicce a grana grossa o del macinato di maiale)
passata di pomodoro
1/2 cipolla (io in realtà preferisco usare 1 scalogno)
olio evo qb
burro qb
1 rametto di rosmarino
cannella (fondamentale!!!)
1/2 bicchiere di vino bianco
formaggio grattugiato (Grana Padano, meglio, o Parmigiano Reggiano)

Mettere pochissimo burro e pochissimo olio d'oliva in una padella antiaderente e soffriggervi la cipolla (o se fate come me, lo scalogno) finemente tritata.
Sfumare il vino.
Aggiungervi la salamella, che avrete disfatto con le mani e mescolare bene in modo che mentre cuoce non si ricompatti.
Aggiungere la passata di pomodoro, il rametto di rosmarino e la cannella.
Se necessario, aggiustare di sale (questo dipende molto dal tip
o di carne che si usa).
Le proporzioni di riso, acqua e farina sono importanti! Potete, come sempre, un po' giocare con le dosi a vostro piacimento, ma dovete fare attenzione a non scostare troppo uno dei tre ingredienti rispetto agli altri due o rischiate che il piatto non riesca.
Una volta che l'acqua ha raggiunto il bollore, salare con il sale grosso e buttare il riso, tenere il fuoco moderato, e coprire.
Quando il riso è quasi al dente (dopo circa un quarto d'ora) e avrà assorbito quasi tutta l'acqua, buttare a pioggia la farina e mescolare con un cucchiaio di legno per un altro paio di minuti.
In una pirofila a questo punto disporre uno strato di formaggio, uno di riso e uno di carne. Alternarli fino ad esaurimento degli ingredienti.
Servire caldo.

10 commenti:

Kiara ha detto...

Ciao cara, piacere di scoprirti!!!! Questo piatto di polenta non lo conoscevo!!!! Bellissima idea!!! Un bacione!

germana ha detto...

Buoni questi piatti della tradizione.
Grazie per farceli conoscere.

Federica ha detto...

che meraviglia!! chissà che buona!!bravissima!!!ciao!

Ale ha detto...

molto molto interessante !!!

Manuela e Silvia ha detto...

Che ricetta aprticolarissima e molto ricca!
baci baci

Imbini Pasticcini ha detto...

ciao!!=D che bel nlog...complimenti e che piatto gustoso!!=)
saporitissimo davvero!
da oggi ti seguirò con interesse mi sono aggiunta hai tuoi lettori fissi!!=)
se hai voglia fare un salto da me ne sarei felicissima!!=)
a presto buon pomeriggio vale

Valeria ha detto...

certo ha una preparazione diversa dal solito.. ma mi sembra proprio molto gustosa!!

Günther ha detto...

non conoscevo questo uso del riso ma mi piace molto :-)

Marjlou ha detto...

Che ricetta curiosa, non l'ho mai sentita! Quindi innanzitutto grazie per avermi fatto conoscere questa novità, e complimenti perchè mi sembra una ricetta veramente golosa!

Anonimo ha detto...

Ricetta tipica veronese io non l'ho mai fatta ma mangiata molte volte la faceva mia mamma quando ero piccola mia mamma non c'è più da parecchi anni e non sapevo come farla .....finalmente ho trovato la ricetta e' buonissima...