Nove persone su dieci amano il cioccolato. La decima mente.

mercoledì 5 settembre 2012

Risotto con carote e pecorino


Ciao!
Direttamente dalla cucina della casina nuova, il risottino per chi non può bere latte vaccino!
Ero stufa di risotti non mantecati o mantecati male (la margarina non è il massimo, diciamocelo) e ho cercato qua e là su internet varie ricette. Alla fine ho provato questa e l'ho adattata ai miei gusti. Devo dire che sta entrando nella top ten dei miei piatti preferiti!

Ingredienti per 2 persone

120 gr di riso vialone nano IGP
2 carote grandi
mezza cipolla dorata
1 costa di sedano
1,5 misurini di brodo granulare di pollo, ma il classico va bene lo stesso o il sale, per i vegetariani.
qb olio extravergine d'oliva
qb acqua
qb pecorino fresco (io uso quello di Sorano scoperto durante le ferie in Toscana: fantastico!)
qb pepe nero appena macinato

Tagliare grossolanamente quasi tutta la mezza cipolla e lasciarne un pezzettino piccolo da parte.
Pelare le carote e tagliarle grossolanamente.
Tagliare grossolanamente il sedano.
Mettere sul fuoco una pentola con dell'acqua.
Mettere tutto in un'altra pentola dai bordi alti, meglio se antiaderente o in ceramica, con un po' di olio evo.
Quando ha soffritto a sufficienza, aggiungere un misurino di brodo e un po' di acqua calda.
Lasciar lessare bene le verdure, aggiungendo se necessario acqua calda.
Togliete dal fuoco e frullate il tutto con il frullatore a immersione. Avevo trovato anche la versione con le verdure schiacciate con la forchetta, ma non mi è piaciuta. Se avete fatto il tutto troppo acquoso, no problem: il riso assorbirà l'acqua. Inoltre è meglio che sia un po' acquosa perché altrimenti il frullatore fa troppa fatica e frulla male. Tenete il tutto al caldo (io lo tengo sul fuoco più basso al minimo, giusto che sia vicino al bollore)
In una padella capiente mettere un po' di olio evo e la restante cipolla tritata finemente e soffriggere.
Tostarvi il riso e a tostatura completata aggiungere il mezzo misurino di brodo rimasto.
Coprire con acqua calda. Mescolare di tanto in tanto controllando che l'acqua sia sempre sufficiente e il riso sia sempre coperto da essa.
A metà cottura circa unire il frullato ben caldo di carote, sedano e cipolle e mescolare bene.
Portare a cottura mescolando spesso e lasciando asciugare l'acqua.
Mettere il pecorino grattugiato e pepare.
Buon appetito!


2 commenti:

La signora Laura ha detto...

Io col latte ho avuto problemi e cerco di ridurre al minimo il consumo...questo risottino mi pare perfetto!

Laura Padelle e pastrocchi ha detto...

E' perfetta per chi ha problemi con il latte, parola di allergica-al-latte-vaccino!